Sm'Art Leader e Sm'Art Wellbeing

Secondo un’indagine svolta nell’ultimo anno1 lo smart working ha rappresentato, per molti dipendenti, un’occasione di incremento di performance consentito da un aumento del benessere in termini di gestione dello spazio e del tempo:

  • Minori interruzioni (68%);
  • Maggiore concentrazione (63%);
  • Un ambiente di lavoro più tranquillo e confortevole (68%);
  • Evitare le politiche d’ufficio/burocrazie (55%)

 

 Certamente lavorare in smart working non equivale automaticamente ad un incremento di produttività e performance. Ulteriori ricerche riportano infatti i fattori che hanno impattato negativamente sul benessere delle persone:

  • Senso di isolamento e distanza;
  • Carico di lavoro insostenibile e aumento delle richieste lavorative;
  • Assenza di supporto da parte della comunità lavorativa;
  • Mancanza di separazione tra l’ambiente di lavoro e quello domestico, con la sensazione di non avere il controllo su nessuno dei due;
  • Incremento delle distrazioni con senso di insoddisfazione a fine giornata;
  • Fatica nella gestione della giornata di lavoro in famiglia;
  • Disengagement nei confronti del lavoro.

Lo Sm’Art Leader assume un ruolo cruciale nel garantire e promuovere ogni giorno il benessere delle persone e nel favorire alcuni step che permettano di creare un setting di smart working efficace ed efficiente, evitando potenziali situazioni stressogene. In molti casi il lavoro è rimasto lo stesso, senza che di fatto fossero cambiate le regole di svolgimento dell’attività.

Come capo puoi infatti domandarti quali situazioni possano far percepire alle persone di andare oltre le proprie risorse, per garantire che una gestione del lavoro per obiettivi non corrisponda anche ad un “non mi riposo finchè non ho raggiunto l’obiettivo” o ad altri booster impliciti di questo tipo.

Come farlo?

Ti suggeriamo alcuni pillar per promuovere ogni giorno un mindset orientato al benessere e alla cura di sé, che come Sm’Art Leader puoi valorizzare in te stesso e negli altri:

  1. Costruisci un ambiente in cui regni una comunicazione efficace (senza eccessi né deficit di comunicazione). Abbi cura di definire con chiarezza ed assieme ai collaboratori le reciproche aspettative, dalle strategie fino agli obiettivi a livello micro.
  2. Assicurati che le riunioni e i momenti di incontro siano svolti in modalità digitale face-to-face.
  3. Nelle condizioni e con le persone con cui è possibile, delega le tante attività.
  4. Dimostra di credere nella flessibilità implicita nella condizione di smart working, lasciando che attività e orari possano adattarsi alle esigenze dei singoli membri del team.
  5. Potrebbe esserti utile creare e condividere delle linee guida per il team, da comunicare attraverso opuscoli/slide/incontri, in cui dare suggerimenti per una gestione ancora più efficace del lavoro in smart (ad esempio mantenere regolarità negli orari di inizio e fine giornata, definire una “daily routine”, creare un proprio work space at home; creare chat channel dove i dipendenti possano condividere interessi, idee o semplicemente sentirsi meno soli).

Per altri spunti su come promuovere uno Sm’Art Wellbeing per te stesso e per il tuo team, dai un’occhiata al nostro E-book “Sm’Art Leader”: presto in uscita!

“Se cambi il modo di osservare le cose, le cose che osservi cambiano.”

W. Dyer

Per leggere gli altri articoli della newsletter di Marzo: 

Newsletter

Stay in touch with Risorse Callcenter


 

Contacts

Tel. +39 02-62912386
Fax +39 02-62912386
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Address

Via Achille Zezon, 6
Milano - Italy